Tarantula Rubra - home

 

Tarantula Rubra chi ?

Musica e interviste

Transe

Tarantismo e NeoTarantismo

Segui Tarantula Rubra

Rassegna Stampa

Galleria Fotografica

In Rete

Quartaumentata

NAVIGANDO DALLA CALABRIA

Nuovamente di scena la Calabria, come fosse un cilindro magico dal quale vengono tratti meravigliosi lavori tanto tradizionali quanto inediti. Pare sia in effetti un inesauribile pozzo dove sono sicuramente in maggior numero gli elaborati veramente buoni rispetto alle mediocri ed usuali produzioni che in altre regioni abbondano fino alla nausea, senza nascondere squallide manovre discografiche di lucro e di artificiali revivificazioni identitarie.

E' di scena oggi il gruppo dei QUARTAUMENTATA che dal profondo della Calabria, precisamente da Locri, e dal loro cuore ci offrono un lavoro estremamente interessante al pari delle band calabresi da noi precedentemente segnalate (Phaleg, Agorà, Xicrò).
Nascono nel 1998 e già nel 99 viene pubblicato il loro primo lavoro discografico intitolato "A notti è fatta dinnu…"con undici tracce inedite ispirate alla tradizione ed alla cultura musicale calabrese. In questo lavoro ci saranno le partecipazioni di Danilo Gatto dei Phaleg e di Nino Rocco, cantastorie.

I Quartaumentata sono brillantemente impegnati a rivitalizzare la tradizione linguistica vernacolare della loro terra addizionandola di nuove ed intensamente coinvolgenti sonorità, atmosfere e liriche, come è giusto che avvenga per la riproposizione della musica tradizionale nel terzo millennio, con tutte le contaminazioni possibili regalateci dai vari popoli che approdano anche nelle terre calabresi.
I Quartaumentata sono ovviamente quattro, aumentati da varie collaborazioni a seconda delle esigenze. Bella la voce di Paolo Sofia così come i brani che si diletta a comporre; di molto intriganti e appasionanti il mandolino e la chitarra di Salvatore Gullace, fondamentale il basso di Giuseppe Platani, coautore dei brani. Per poi enunciare il percussionista Massimo Cusato, giovane ma già noto collaboratore di Massimo Ranieri, Niccolò Fabi, Lucilla Galeazzi e svariati altri, nonché organizzatore del festival di musica etnica di Locri. I fantastici quattro elaborano in stretta collaborazione un lavoro davvero affascinante, "NAVIGANDO".

Ci è difficile effettuare una cernita dei brani più interessanti in quanto il cd si spiega e si lascia ascoltare tutto d'un fiato senza possibilità di interruzione, come una favola d'altri tempi.: Scene in cui intervengono sbarchi di genti, "mille popoli che danzano sul cuore della terra, strumenti musicali contro il vizio della guerra" del "Il traffico dei popoli". Così come il brano strumentale "Navigando" non può lasciarci indifferenti dinanzi all'immagine di un immenso mare senza confini, una grande madre che abbraccia tutti i popoli senza categorizzazioni e classificazioni discriminatorie nei confronti dei diversi, un mare comprendente in un grande pianeta terre e culture straordinariamente diverse che oggi più che mai rivendicano le loro diversità e le loro identità alla faccia della globalizzazione planetaria, delle cancellazioni identitarie e delle guerre infinite. "Siamo tutti di un gran paese…sebbene a voi scappa da ridere, Cicciuzzi, Peppe e Ntoni ci chiamiamo" è la bella tarantella "Nui simu" come "A morti non mi tocca".
Ma senza nulla togliere alle bellissime "Fimmana", "Preghiera" e tutte le altre tracce ( e ribadiamo che è veramente raro trovare un cd interamente interessante), passiamo ad una "lead track": "Vai!". Ritmo ininterrottamente coinvolgente ed incalzante per un bellissima canzone "a dispetto" innestata su una esplosiva tarantella con assaggi di chitarra "blues".
Avevamo sicuramente puntato bene quando decidevamo di lanciare la traccia "VAI!" nella compilation PIZZICA LA TARANTULA col sano intento di pubblicizzare una band degna di attenzioni particolari.

Ediz. B&G, 2002
Tarantula Rubra

------------------------ ------------------------

Tarantula Rubra - home

Scrivi a Tarantula Rubra: info@tarantularubra.it